Lun - Ven : 09:00 - 18:00
+39 800-200-948

News

Per rimanere aggiornati sul mondo dei finanziamenti.
Requisiti Cessione del Quinto dello Stipendio

Requisiti Cessione del Quinto dello Stipendio: come accedere al prestito?

La Cessione del Quinto dello Stipendio è una forma di finanziamento dedicata esclusivamente a lavoratori dipendenti e prevede il rispetto di determinati requisiti per accedere al credito. Vediamo quali sono.

Cos’è la Cessione del Quinto dello Stipendio?

La Cessione del Quinto dello Stipendio è una tipologia di prestito tipicamente italiana rivolta ai lavoratori dipendenti del settore pubblico, statale, parapubblico e privato. Il nome trae origine dal fatto che l’importo della rata non può superare un quinto dello stipendio netto mensile. Il pagamento delle rate avviene tramite trattenuta diretta sulla busta paga del richiedente, infatti è il datore di lavoro a garantire alla banca (o società finanziaria) il versamento delle rate a titolo di restituzione del prestito.

I requisiti per accedere al prodotto variano a seconda se il richiedente è un dipendente pubblico, statale, parapubblico o privato.

Requisiti Cessione del Quinto per dipendenti pubblici, statali e parapubblici:

  1. Contratto a tempo indeterminato: il lavoratore deve essere titolare di uno stipendio fisso e continuativo
  1. Reddito mensile sufficiente: il reddito deve essere tale che una volta decurtata la rata al cliente rimanga un netto mensile pari almeno a 525,00 €
  1. Buona salute: il cliente che richiede una cessione del quinto dello stipendio deve godere di buona salute. A seguito del controllo antifrode, qualora emerga una grave patologia a carico del richiedente o una pensione d’invalidità non dichiarata, la banca/finanziaria unitamente all’assicurazione ha la facoltà di rifiutare il prestito o chiedere approfondimenti attraverso la compilazione del RVM (Rapporto di visita medica) da parte del medico del cliente.

Requisiti Cessione del Quinto per i dipendenti del settore privato:

 In aggiunta ai requisiti previsti per i dipendenti del settore pubblico, statale e parapubblico appena citati

  1. Assunzione con Contratto a tempo indeterminato
  2. Reddito mensile sufficiente
  3. Buona salute

Per i dipendenti del settore privato si aggiungono anche :

  1. Assunzione da almeno 2 anni presso lo stesso datore di lavoro: il lavoratore deve essere assunto da almeno due anni presso la stessa azienda.
  1. TFR accantonato: bisogna avere accumulato un TFR sufficiente (l’importo dipende dal prestito) tale da poter fungere da garanzia in caso di licenziamento
  1. TFR su Fondo escutibile: essendo il TFR un fondamentale elemento a garanzia del prestito, il Fondo su cui è accantonato incide sull’accesso al credito. Alcuni Fondi Pensione Aperti non sono escutibili, cioè non si fanno carico di versare il TFR alla banca/finanziaria qualora sia necessario, pertanto non permettono di ottenere il prestito con Cessione del Quinto.
  1. Azienda (ATC) assumibile per l’assicurazione e l’istituto finanziario: è importante che l’azienda dove lavora il richiedente (nel linguaggio tecnico ATC: amministrazione terza ceduta) abbia un rating o coefficiente assicurativo (punteggio di valutazione) positivo per le compagnie assicurative. In sostanza, le compagnie assicurative, analizzano i bilanci pubblici delle aziende ed eseguono delle valutazioni assegnando in ultimo un punteggio dal quale dipende la disponibilità, o meno, da parte dell’assicurazione di farsi carico del rischio di credito nei confronti di tale azienda. In generale ogni assicurazione ha i propri criteri di valutazione, pertanto risulta difficile generalizzare, di norma però sono assumibili le S.P.A. e le S.R.L. con almeno 16 dipendenti. Possono avere difficoltà ad accedere al credito le Small Business (società aventi dai 5 ai 15 dipendenti), le S.A.S., le S.N.C., fondazioni e cooperative, mentre ne sono del tutto escluse le ditte individuali. Anche il settore merceologico dell’azienda influisce sull’assumibilità della stessa. I settori non graditi sono a discrezione delle assicurazioni e delle finanziarie. Anche in questo caso però ci sono settori merceologici che spesso vengono rifiutato come quello della ristorazione, il settore edile e le imprese di pulizia.

Ottieni un prestito fino a 90.000€

Richiedi prestito

 

Vota la guida: 
Valutazione media: 4,8 su 5 (basata su 41 voti)